.
Annunci online

senzaregole
Io della vita non ho capito un cazzo
SOCIETA'
22 ottobre 2008
UNIVERSITA'
Ciao a tutti.
Ho letto il DL, e mi associo sentitamente alla protesta. Bisogna combattere la disinformazione dilagante.

La cultura dovrebbe essere un diritto di tutti, non solo dei più ricchi, e non manipolata da interessi economici.
Questo A PRESCINDERE DALL'ORIENTAMENTO POLITICO.
E' una battaglia per il nostro futuro e per quello delle generazioni successive.

Per tutti coloro che vogliono interessarsi a ciò che sta succedendo all'università italiana allego questa mail con la preghiera di leggere e diffondere..

Il nuovo governo, approfittando dell'estate, ha approvato il 25 giugno con la fiducia un decreto (poi legge 133) che modifica profondamente la struttura dell'università:
1. Ci sarà un taglio di 500 milioni di euro in 3 anni alle università. per alcuni atenei questo potrebbe significare la chiusura.
Altrimenti:
2. Con il nuovo decreto le università pubbliche potranno scegliere se diventare fondazioni private o meno.
 
PERCHÈ DOVREBBERO DIVENTARE FONDAZIONI PRIVATE?
3.Per riuscire a finanziarsi aumentando le tasse agli studenti, che non avrebbero più un limite di legge. Le tasse infatti potrebbero aumentare a dismisura, anche raggiungendo i 6-7000 euro l'anno, sul modello delle università americane.
Inoltre le fondazioni verrebbero finanziate da enti privati, comead esempio le industrie farmaceutiche (forse le sole a poterselopermettere), e tali enti finirebbero per tagliare le gambe a tutti quei settori universitari e di ricerca che non rientrano nei loro interessi.
Ma soprattutto sarebbero le ricerche a venir danneggiate pesantemente, non più spinte dal puro interesse culturale e sociale, ma dai fondi messi a disposizione e dalle commissioni dirette degli enti stessi!!
 
E IL FUTURO?

4. Università di serie A e di serie B in base alle disponibilità economiche degli studenti, quindi titoli di studio dal differente peso e possibile perdita del valore legale di questi.
I collettivi dei vari atenei organizzeranno assemblee perapprofondire le conseguenze dei cambiamenti in atto, portati avanti da governi sia di destra che di sinistra di anno in anno, che minacciano quella che DOVREBBE ESSERE una UNIVERSITÀ LIBERA PUBBLICA E DI MASSA.
Gli studenti, i ricercatori e i professori si stanno già muovendo e i corsi quest'anno non partono per protesta, ma un problema così grave è ancorapoco conosciuto.
Infatti il problema più grave è che nessuno sa niente, i media non ne hanno parlato, se non per screditare a titolo di 'minoranza' chiunque abbia protestato contro questo assurdo disegno di legge!
Dobbiamo riuscire a bypassare il muro dei giornalisti e delle televisioni controllate da questo governo (maggioranza + opposizione, sia chiaro!!) per far sapere, perché tutto questo non passi indifferente!!
 
AIUTACI! L'UNIVERSITÀ NON È SOLO DEGLI STUDENTI MA DI TUTTI!!!!

FAI LEGGERE QUESTO MESSAGGIO A TUTTI I TUOI AMICI E CONOSCENTI, anche se non studenti, è importante che tutti sappiano e se ne parli!!
 
DOCUMENTO UFFICIALE: il decreto legge 112/08 articolo 16 Gazzetta Ufficiale (http://www.camera.it/parlam/leggi/decreti/08112d.htm )
 
Il decreto è già stato pubblicato da più di un mese sulla Gazzetta Ufficiale quindi È GIÀ LEGGE!
 
PER ULTERIORI INFORMAZIONI:
 
http://www.studentidisinistra.org/content/view/487/1
 
Questa non è una protesta politica ma nell'interesse di tutti.
Aiutaci a mobilitare tutti perché questo decreto potrebbe cambiare irrevocabilmente l'aspetto dell'istruzione italiana e quindi del Paese.
 
..UN POPOLO IGNORANTE E' PIU' FACILE DA COMANDARE!!...noi non diventeremo le loro pecore!!..

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. università

permalink | inviato da senzaregole il 22/10/2008 alle 20:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
SOCIETA'
24 gennaio 2008
ma avete sentito???! "Yahoo!: in arrivo 700 licenziamenti"

verrebbero mandati via il 5% dei dipendenti

Yahoo!: in arrivo 700 licenziamenti

Allo studio un piano di riorganizzazione dopo aver riportato profitti in calo per sette trimestri di fila

NEW YORK (USA) - Licenziamenti in vista. Il numero due delle ricerche on line Yahoo! starebbe per decidere il taglio di 700 posti di lavoro, secondo le indiscrezioni riportate dall'agenzia Bloomberg che cita persone informate sul progetto. Yahoo! avrebbe allo studio un piano di riorganizzazione dopo aver riportato profitti in calo per sette trimestri di fila e per recuperare competitività rispetto alla rivale Google. Il programma di licenziamenti, pari al 5% della forza lavoro, potrebbe essere annunciato in concomitanza con la pubblicazione dei conti trimestrali in calendario il prossimo 29 gennaio. 

I DATI - Un portavoce di Yahoo! non ha voluto commentare le indiscrezioni, definite plausibili dagli analisti a fronte della perdita di competitività del gruppo (-4,6% l'utile netto nel terzo trimestre 2007 su un fatturato in rialzo del 12%, una crescita molto inferiore a quella dei concorrenti). Google registra infatti il 32% dei ricavi pubblicitari sul web contro il 20% di Yahoo! (solo due anni fa i due erano alla pari), le cui azioni sono precipitate di quasi il 50% da fine 2005.




permalink | inviato da senzaregole il 24/1/2008 alle 11:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
diritti
29 dicembre 2007
Vi propongo un'intervista del 2003.. ancora del tutto attuale!
 
03/08/2003 - Il Resto Del Carlino - Rossella Martina
Apri nella Rassegna Stampa
 
«Gay peccatori? Pensate a Socrate,aveva sei amanti»
...a chi fa male un uomo se fa l'amore con un altro uomo consenziente? A nessuno. Dunque perché condannarlo...

«Il filosofo che io amo di più, Lorenzo Valla, diceva che non esistono i sette peccati capitali. Esiste un solo peccato: fare del male a qualcuno. E a chi fa male un uomo se fa l'amore con un altro uomo consenziente? A nessuno. Dunque perché condannarlo, e perché impedirgli di realizzare un desiderio se questo desiderio è sposarsi con la persona che ama?».

Luciano De Crescenzo, che con i suoi saggi sta ripercorrendo tutta la storia della filosofia occidentale, in tema di omosessualità è costretto a tornare agli amatissimi greci.

«Socrate è considerato unanimemente uno degli uomini più buoni e più saggi mai apparsi a questo mondo, eppure aveva sei amanti. Oltre alla moglie Santippe, c'erano una cameriera di 16 anni, Mirto, e quattro ragazzi: Agatone, Pausania, Aristodemo e Alcibiade. Quest'ultimo addirittura, si racconta nel Simposio, fece pubblica dichiarazione del suo desiderio sessuale per il Maestro. Tutto ciò, nella Grecia del tempo, era normale: far l'amore con un uomo o con una donna era socialmente indifferente, anzi qualcuno sosteneva che un amante uomo era più nobile».

Ma da allora nessuna società occidentale ha rivissuto una simile liberalità.

«Perché negli ultimi duemila anni è stata la Chiesa cristiana, e poi cattolica per quel che ci riguarda, a condizionare le scelte etiche. E la Chiesa ha assunto fin dall'inizio come suo slogan la frase 'Siamo nati per soffrire'. Ogni cosa che provoca godimento è condannata. La gola come la lussuria. A chi faccio male se mangio una sfogliatella? A nessuno, tutt'al più a me stesso perché ingrasso o mi sale il colesterolo. Ma occorre mettere in mezzo Dio per ricordarmelo? E non ci sono cose più importanti a cui deve pensare il buon Dio? Che so, guerre, bambini malati, fame quella vera, non la mia, quella che uccide migliaia di persone ogni giorno. La stessa cosa è per l'omosessualità. Del resto per la Chiesa anche il sesso fra eterosessuali è peccato. Anche marito e moglie dovrebbero fare l'amore solo per procreare. Quindi se uno ha due figli deve averlo fatto solo due volte, la terza è già un peccato terribile».

Da dove nasce questa cultura della sofferenza?

«Dal potere. Quando è che si ricorre a Dio, al prete? Quando si soffre. La Chiesa, e di conseguenza i suoi ministri, per esercitare il potere ha bisogno di persone che soffrono. Quindi le loro regole impongono la rinuncia, cioè la sofferenza, e al tempo stesso la provocano, la alimentano. Si soffre rinunciando a ciò che si desidera di più. E si soffre, per senso di colpa, se non vi si rinuncia».

Come spiega la sua eterosessualità?

«Ogni essere umano nasce bisessuale. Nella nostra società la maggioranza è eterosessuale per i condizionamenti che riceve fin dalla nascita. A me, per esempio, da piccolo mi dicevano: 'Vedi, chillo è recchione, uh, che vergogna!'. E così mi sono indirizzato verso le donne. Ma non per questo sono migliore o peggiore, non per questo voglio essere giudicato».

Sarebbe d'accordo anche sull'adozione, per le coppie gay?

«Pensa che un bambino stia meglio in un orfanotrofio o con due persone intenzionate ad amarlo e curarlo come un figlio? Sarà felice? E chi può dirlo? Non lo possiamo dire nemmeno di un bambino adottato da eterosessuali e nemmeno di un bambino che cresce con i genitori naturali».




permalink | inviato da senzaregole il 29/12/2007 alle 19:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
letteratura
31 maggio 2006
Appunti... "Tanto gentile e tanto onesta pare" (Dante Alighieri)
Tanto gentile e tanto onesta pare                                         
la donna mia quand'ella altrui saluta,                                   
ch'ogne lingua devèn tramando muta,                                
e li occhi no l'ardiscon di guardare.                                      
                                                                                        
Ella si va, sentendosi laudare,                                           
benignamente d'umiltà vestuta;                                            
e par che sia una cosa venuta                                         
da cielo in terra a miracol mostrare.         ------->anadiprosi                    
                                                                                      
Mostrarsi si piacente a chi la mira,                                    
che da per li occh una dolcezza al core,                               
che'ntender no la può chi no la prova:

e par che de la sua labbia si mova
uno spirito soave pien d'amore,
che va dicendo all'anima: Sospira.


P.s. se vi serve il commento già fatto ce l'ho!
Ho avuto 8! Nel caso vi servisse lasciatemi un commento!

..Friky..

Parole chiave (gentile; onesta e mostrarsi). Maggioranza di parole piane, meno frequenti le sdrucciole. L'armonia è dovuta dalla predominanza delle parole chiave dai suoni dolci e dalla frequente presenza delle consonanti "NT" che  rallentano il ritmo.  Le prime due quartine sono formate da versi a rima incrociata.Predominano la "A"(aperta per amplificare l'idea della spazialità)  e la "E"(ripetuta voltutamente per dare maggiore dolcezza alla donna) Il verso presenta rime incrociate ma è simmetrica nel suo insieme(non vi sono sillabe doppie).   L'enjambement dilata il pensiero e invita il lettore al pensiero!!!  Le due lettere"A" e "R" danno dinamicità ai versi. ecc...



permalink | inviato da il 31/5/2006 alle 13:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte




IL CANNOCCHIALE