.
Annunci online

senzaregole
Io della vita non ho capito un cazzo
DIARI
14 aprile 2014
La vita è facile (e non come una prostituta XD)
Buongiorno a tutti, mi scuso per la mia assenza, ma penso che scrivere, più che un processo meccanico, dovrebbe essere uno sfogo ed un impulso naturale. Per me è così e questo mi rende incostante nel mio scrivere, ma non prendiate mai questo mio atteggiamento come una mancanza di attenzioni o di passione verso l'argomento, sarebbe un errore grossolano.
Oggi vorrei parlare liberamente, in una sorta di riflessione personale, ma scrivere solo di me e delle mie idee, quando il nostro paese (e non solo) è in malora mi suona un tantino egoista.
La gente pensa che la vita sia complicata, contorta, ma io non penso che sia così.
La vita è semplice. Uno scontro continuo di particelle che entrano in contatto tra loro senza mai divenire una parte delle altre, in una variabile, quanto costante, sequenza di vibrazioni. 
Ciò che accade oggi, ad ognuno di noi, è il perfetto specchio di ciò che sta succedendo nel nostro mondo. Potremmo cambiare le cose se solo lo volessimo davvero, ma solitamente preferiamo darci per vinti ed attendere aiuto... aiuto che non arriverà mai dato che non pensiamo ad aiutarci nemmeno da soli. Così al momento ci ritroviamo ad affrontare, anzi a subire dato che stiamo facendo veramente poco di concreto in merito, una crisi mondiale, la fame e la morte di milioni di persone, una epidemia di ebola del tipo Zaire (la più letale) che rischia di sfociare in pandemia, svariate guerre, l'inquinamento e la deforestazione di territori vastissimi e tanto altro.
Solo io mi sento incredibilmente stupida quando ci penso? E' possibile che la nostra specie sia tanto distruttiva? Noi umani non siamo distruttivi. Siamo "creatori" dotati di empatia e compassione. 
Perché allora facciamo tutto questo? Io non lo capirò mai...
Adesso vi lascio, vado a cercare di cambiare un po' il mondo (in meglio) anche oggi. Spero che anche voi, nel vostro piccolo (o grande :P ) facciate lo stesso. Insieme dopotutto potremmo fare tutto.
Chi sa, magari il cambiamento cui aspiriamo tutti è già in atto, solo che non lo percepiamo ancora come effettivo. :) 
Auguro a tutti una giornata produttiva e stimolante,

_Sarea...
SOCIETA'
23 gennaio 2014
Deficienza italiana e menefreghismo estero... un mix ESPLOSIVO! :D
Fatemi capire bene. Un cargo danese (la "Arc Futura"), stipato di tonnellate di armi chimiche Siriane e scortato da navi da guerra russe e cinesi, è ancorato a Gioia Tauro (Calabria) in attesa che una nave americana (la "Cape Ray") vecchia di 40 anni e di fabbricazione Giapponese arrivi ed operi in due giorni il trasbordo delle armi chimiche da una nave all'altra, operazione che, vista la quantità dei materiali tossici da trasportare, normalmente richiede più di un anno. Non so cosa pensiate voi in merito, ma non era questa la mia idea di globalizzazione! :D 
Lo smantellamento delle armi di distruzione di massa sarà operato in mare aperto. Non si sa ancora se nel Mediterraneo o nell'Oceano Atantico.
Chi sa chi sarà il fortunato... fatto sta che nessuno vuole trovarsi nella condizione di dover gestire una situazione di emergenza, più che probabile soprattutto nella prima fase dell'operazione (ossia durante le operazioni trasbordo) visto che si cercherà di fare tutto nel minor tempo possibile, in un porto troppo piccolo per una nave poco manovrabile come la "Arc Futura" (lunga 183 metri e larga 25 con una stazza di 13.500 tonnellate e circa 1.500 container con componenti chimici), con il mare probabilmente in tempesta (dato che la "Cape Ray" arriverà al porto solo a Febbraio). Inutile aggiungere, a questo punto, che la "Cape Ray" non sia provvista nemmeno del doppio scafo che dovrebbe tutelarci da eventuali fughe tossiche. Dopotutto è una nave di 40 anni fa.
Cose da pazzi... o da deficienti, scusate, perché di deficienza si tratta. Possibile che la notizia stia passando così facilmente sotto silenzio? In una situazione simile spererei quanto meno che qualche cittadino preoccupato si ponesse delle domande. No, per gli italiani va tutto bene. Chi se ne frega se una nave piena di armi chimiche, di distruzione di massa, è ancorata in Calabria per una decina di giorni con il mare in tempesta in una zona priva di ospedali attrezzati... tanto mica viviamo tutti lì. A nessuno importa di "scocciature simili" dopotutto c'è il calcio in tv! Non sia mai ci si dovesse perdere qualche azione importante, mentre il sud Italia fa "BOOM". XD

sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte




IL CANNOCCHIALE